Bitcoin si disaccoppia dai mercati tradizionali come previsto dal rally „mozzafiato

Kraken ha individuato una correlazione decrescente tra Bitcoin e i mercati finanziari ereditati dal passato.

Un rapporto pubblicato dall’importante borsa

Un rapporto pubblicato dall’importante borsa valori statunitense Kraken ha individuato segni che la correlazione tra Bitcoin (BTC), il greenback, e i mercati tradizionali, continua ad indebolirsi.

Il rapporto sulla volatilità di settembre di Kraken ha rilevato che il Bitcoin System mantiene in gran parte una correlazione negativa con l’Indice del Dollaro statunitense (DXY) da maggio, nonostante una breve coalescenza tra i due mercati all’inizio di settembre.

Il rapporto attribuisce la divergenza del dollaro di BTC al piano della Federal Reserve statunitense di mantenere i tassi di interesse a zero per cento almeno fino al 2023, oltre al calo dei tassi di crescita. Nel frattempo, Bitcoin ha mostrato una correlazione positiva con l’Euro da maggio.

Il rapporto osserva che, mentre all’inizio del mese si è registrato un minimo di 8 mesi per la correlazione tra BTC e l’S&P 500, la correlazione aumenterà in seguito, dato che entrambi i mercati hanno registrato un consolidamento laterale. La correlazione di Bitcoin con l’oro è rimasta positiva da metà luglio, con entrambi i mercati che hanno subito una pressione ribassista nelle ultime settimane.

Guardando al futuro, Kraken prevede che Bitcoin

Guardando al futuro, Kraken prevede che Bitcoin registrerà una performance più forte in ottobre rispetto a settembre, e ciò sarebbe coerente con il trend mostrato in otto degli ultimi nove anni.

Il rapporto prevede che ottobre porterà un guadagno dell’11% per BTC, suggerendo che Bitcoin chiuderà il mese a 11.850 dollari – un guadagno del 3% rispetto agli attuali livelli di prezzo. Tuttavia, Kraken osserva che il Bitcoin ha sottoperformato la sua media mensile durante sei dei nove mesi finora trascorsi nel 2020.

Il mite ottimismo di Kraken è superato dalle richieste rialziste di due rispettati analisti. L’ex gestore di hedge fund Raoul Pal ha recentemente rivelato di aver spostato più della metà del suo portafoglio di investimenti personali in Bitcoin in previsione di una massiccia adozione istituzionale:

„Proprio da quello che so da tutte le istituzioni, da tutte le persone con cui parlo, c’è un enorme muro di denaro in arrivo“.

E Alex Saunders di Nugget’s News ha paragonato l’attuale assetto a metà del 2017 e ha previsto che l’appetito istituzionale per la Bitcoin avrebbe potuto scatenare un „rally mozzafiato“.

In un aggiornamento agli abbonati di ieri sera ha detto:

„Le società quotate in borsa [e] gli investitori leggendari stanno cantando dai tetti di questa nuova classe di beni in un momento in cui ci sono soldi da record seduti in conti bancari che cercano di trovare una casa“.